*



Francesco Franchini
© Ritratto: Gianluigi Susinno

Francesco Franchini 


Per diletto

 

Si può dire che Francesco Franchini vinifica in allegria, per il puro piacere di farlo? Che è un dilettante, nel senso nobile del termine di operare per diletto, così come si definiva Giovanni Rossi ai tempi suoi, quando prospettava la creazione di un «vino tipico cantonale» sperimentando in zona il suo primo Merlot? «Piacere» e «piacevole» sono in ogni caso le parole a cui il viticoltore di Lamone, che ha acquisito un bellissimo appezzamento nel Malcantone, più spesso ricorre per descrivere i propri vini: il Château Cassé – alias Castelrotto, villaggio malcantonese, méthode traditionelle –, il Poggio del Cinghiale e il Poggio Riserva, oltre al nuovo rosso, il Lamone. Così contendendo al temibile suino il primato della frazione di Ronco.


Testo di Fabio Guindani




Francesco Franchini - Scarica lo schedario in formato PDF
Scarica lo schedario in formato PDF

© 2019 Associazione Viticoltori Vinificatori Ticinesi - presso Eliana Marcionetti - Pedmunt 15 - 6513 Monte Carasso - Svizzera - info@viticoltori.ch