*



Christian Zündel

© Ritratto: Gianluigi Susinno

Christian Zündel


Quasi una navigazione


Forse un buon vento gonfiava la vela di CHRISTIAN ZÜNDEL, ai tempi dell’abbandono delle terre in Ticino, quando è approdato, fra i primi, dal Politecnico di Zurigo nel Malcantone. Lo sperone di Castelrotto, con la sua frazione di Ronco, si affaccia sulla Valle della Tresa come un promontorio. Esso guarda ad occidente fino all’estremo orizzonte del Monte Rosa, per poi prolungarsi nella conca di Beride, declinare in un’insenatura e inerpicarsi lungo le pendici del Monte Lema. Due opposte situazioni pedo-climatiche che, sostiene Zündel, danno ragione della differenza dei suoi due rossi (per non dire del primo, il bianco): VELABONA, TERRAFERMA e di nuovo ORIZZONTE. Sembra una navigazione, e in qualche modo lo è.

 

Testo di Fabio Guindani




Christian Zündel - Scarica lo schedario in formato PDF
Scarica lo schedario in formato PDF

© 2019 Associazione Viticoltori Vinificatori Ticinesi - presso Eliana Marcionetti - Pedmunt 15 - 6513 Monte Carasso - Svizzera - info@viticoltori.ch