*



Raffaele e Nicola Marcionetti
© Ritratto: Gianluigi Susinno

Nicola e Raffaele Marcionetti


Il viticcio

 

L’eccezionale annata 2000 coincide con il totale rinnovamento della CANTINA SETTEMAGGIO che acquisisce numerosi vecchi vigneti inerpicati sulle pendici di Monte Carasso, l’antico insediamento conventuale. Da allora, l’obiettivo di NICOLA e RAFFAELE MARCIONETTI è di valorizzare al meglio il potenziale qualitativo dei ronchi. Convinti che è la vite il fattore centrale che determina la qualità del prodotto, puntano alla creazione di un vino di qualità superiore, a garanzia della permanenza delle colture collinari: «Il frutto dei vecchi ceppi lo merita», sostengono. Ne è emblema il viticcio che si prolunga sulle etichette dei vini, dai nomi che evocano il paesaggio tradizionale, le varietà di uve che lo ripopolano e le modalità del raccolto, spesso ricorrendo a immagini letterarie: dagli IRTI COLLI, alla tardiva ESTATE DI SAN MARTINO, al GAMEDIO e al VINDALA.



 

Testo di Fabio Guindani




Nicola e Raffaele Marcionetti - Scarica lo schedario in formato PDF
Scarica lo schedario in formato PDF

© 2019 Associazione Viticoltori Vinificatori Ticinesi - presso Eliana Marcionetti - Pedmunt 15 - 6513 Monte Carasso - Svizzera - info@viticoltori.ch